Questo periodo pieno di incertezze a causa del Covid-19 ha generato un sacco di imprevisti e ha lasciato in sospeso i nostri contratti e progetti.

L’AMORE TRIONFA SEMPRE! IL GRANDE MERCATO DEI MATRIMONI SI È RIMESSO IN MOTO.

Le regole nei matrimoni post covid-19 sono cambiate e noi dobbiamo farci trovare pronti anche a rassicurare i futuri sposi e tener ben presente le linee guida stabilite dal Dpcm del 15 giugno e integrate dalla Conferenza delle Regioni in merito ai banchetti per matrimoni e congressi.

Quindi se è vero che l’amore sa aspettare vediamo insieme le regole di questa nuova normalità.

LOCATION

La scelta della location per un matrimonio in tempi di Covid-19 diventa fondamentale. Bisogna prediligere, se possibile, gli spazi all’aperto e scegliere metrature generose per evitare assembramenti e permettere agli ospiti e ai tavoli di avere sufficiente spazio. Per garantire l’accesso alla location dove è programmato l’evento in modo ordinato, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti vanno studiati percorsi specifici per l’entrata e l’uscita.

INVITATI

Per organizzare al meglio un matrimonio post-covid bisogna mantenere l’elenco degli invitati invariato per 14 giorni dalla data delle nozze per facilitare il tracciamento in caso di contagio. Controlla il numero dei partecipanti e verifica che sia il luogo della cerimonia che del ricevimento siano adatti come dimensione a rispettare le misure di distanziamento.

SICUREZZA

Gli invitati e ovviamente gli stessi sposi «in ambienti interni ed esterni non avranno l’obbligo di indossare la mascherina chirurgica nei casi di allontanamento dal proprio tavolo, a condizione di rispettare il distanziamento interpersonale di 1 metro se soggetti non conviventi. Gli ospiti dovranno indossare la mascherina negli ambienti interni (quando non sono seduti al tavolo) e negli ambienti esterni qualora non sia possibile rispettare la distanza di almeno 1 metro. I fotografi – recita l’ordinanza – dovranno indossare la mascherina e organizzare il servizio fotografico «in modo responsabile».

DANZE

In caso di festa danzante, ai matrimoni, nella pista da ballo dovrà essere rispettato l’indice di affollamento di due metri quadri per persona. Il personale di servizio a contatto con gli ospiti deve utilizzare la mascherina e deve procedere ad una frequente igiene delle mani con prodotti igienizzanti.

TAVOLI

Quanto ai tavoli devono essere disposti in modo da assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli ospiti, ad eccezione delle persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggetti al distanziamento interpersonale (congiunti o familiari). Questo ultimo aspetto ovviamente punta alla responsabilità individuale. Laddove possibile, privilegiare l’utilizzo degli spazi esterni (es. giardini, terrazze), sempre nel rispetto del distanziamento di almeno 1 metro.

BANCHETTO

È possibile organizzare una modalità a buffet mediante somministrazione da parte di personale incaricato, escludendo la possibilità per gli ospiti di toccare quanto esposto e prevedendo in ogni caso, per ospiti e personale, l’obbligo del mantenimento della distanza e l’obbligo dell’utilizzo della mascherina a protezione delle vie respiratorie. La modalità self-service può essere eventualmente consentita per buffet realizzati esclusivamente con prodotti confezionati in monodose.

USARE LA CREATIVITÀ

Come diceva qualcuno, la necessità rende l’uomo abile, per cui armiamoci di fantasia e trasformiamo un problema in una opportunità.
Dalle Wedding bag creative ai gel disinfettanti integrati con i centro tavola o addirittura alle cerimonie in streaming per quelli che non potranno esserci.
Non smetteremo mai di essere realizzatori  di sogni!

Scopri come dare visibilità al tuo lavoro sul nostro portale e sfruttare al meglio il nostro network.

Diventa partner

Buon lavoro dallo staff di

I Do in Italy